Home

Alcune aziende che ci hanno scelto

Privacy Officer e consulente privacy
Schema CDP secondo la norma ISO/IEC 17024:2012
European Privacy Auditor
Schema di Certificazione ISDP©10003 secondo la norma ISO/IEC 17065:2012
Valutatore Privacy
Secondo la norma UNI 11697:2017
Lead Auditor ISO/IEC 27001:2022
Secondo la norma ISO/IEC 17024:2012
Data Protection Officer
Secondo la norma ISO/IEC 17024:2012
Anti-Bribery Lead Auditor Expert
Secondo la norma ISO/IEC 17024:2012
ICT Security Manager
Secondo la norma UNI 11506:2017
IT Service Management (ITSM)
Secondo l’Ente ITIL Foundation
Ethical Hacker (CEH)
Secondo l’Ente EC-Council
Network Defender (CND)
Secondo l’Ente EC-Council
Computer Hacking Forensics Investigator (CHFI)
Secondo l’Ente EC-Council
Penetration Testing Professional (CPENT)
Secondo l’Ente EC-Council

Qualifiche professionali

Rimani aggiornato sulle notizie dal mondo!

Seleziona gli argomenti di tuo interesse:
LEGAL & COMPLIANCE
Home / LEGAL & COMPLIANCE
/
Disciplina del Whistleblowing
Accesso civico, pubblicità e trasparenza

Il Decreto Legislativo 10 marzo 2023, n. 24 recepisce la Direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2019 riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione (whistleblowing).

Il servizio di consulenza sull’applicazione di presente decreto è progettato per aiutare le organizzazioni ed enti pubblici a comprendere e implementare le misure necessarie per conformarsi ai requisiti previsti dalla normativa.

Obiettivi

  1. Comprendere il Decreto Legislativo 10 marzo 2023, n. 24: Fornire una chiara comprensione delle disposizioni del decreto e dei loro impatti sulle attività aziendali.
  2. Implementare Sistemi di Whistleblowing: Aiutare le organizzazioni a sviluppare e implementare procedure interne per la gestione delle segnalazioni.
  3. Protezione dei Segnalanti: Garantire che i diritti dei segnalanti siano protetti in conformità con la normativa.
  4. Conformità Normativa: Assicurare che l’organizzazione rispetti i requisiti del decreto, evitando sanzioni e proteggendo la reputazione aziendale.
  5. Promuovere una Cultura di Integrità: Favorire un ambiente di lavoro etico e trasparente.

Modalità di svolgimento

  1. Analisi Preliminare:
    • Valutazione delle attuali pratiche di gestione delle segnalazioni all’interno dell’organizzazione.
    • Identificazione delle aree di non conformità con il decreto legislativo.
  2. Sviluppo di Politiche e Procedure:
    • Redazione di politiche di whistleblowing che rispettino i requisiti normativi.
    • Sviluppo di procedure per la gestione delle segnalazioni, garantendo riservatezza e protezione dei segnalanti (Regolamento, informativa e valutazione d’impatto sulla protezione dei dati – DPIA)
  3. Implementazione di Sistemi di Whistleblowing:
    • Consulenza sulla scelta e implementazione di canali di segnalazione sicuri e accessibili, come linee telefoniche dedicate, portali web, o indirizzi email.
    • Assicurarsi che i canali di segnalazione siano facilmente accessibili a tutti i dipendenti e terze parti rilevanti.
  4. Formazione e Sensibilizzazione:
    • Progettazione e realizzazione di programmi di formazione per dipendenti e management sui diritti e le protezioni offerte ai segnalanti.
    • Campagne di sensibilizzazione per promuovere l’importanza delle segnalazioni e garantire che i dipendenti sappiano come utilizzare i canali di segnalazione.
  5. Gestione delle Segnalazioni:
    • Definizione di processi per ricevere, valutare e investigare le segnalazioni.
    • Assicurare che le indagini siano condotte in modo imparziale e che le azioni correttive siano implementate quando necessario.
  6. Monitoraggio e Revisione:
    • Implementazione di meccanismi per monitorare l’efficacia delle politiche e delle procedure di whistleblowing.
    • Revisione periodica delle politiche e delle procedure per garantire che rimangano conformi ai requisiti normativi e che riflettano le migliori pratiche.

Benefici

  • Conformità Normativa: Assicurare che l’organizzazione rispetti i requisiti del Decreto Legislativo 10 marzo 2023, n. 24, riducendo il rischio di sanzioni.
  • Protezione dei Segnalanti: Garantire che i diritti dei segnalanti siano protetti, promuovendo un ambiente di lavoro sicuro e trasparente.
  • Miglioramento della Governance: Rafforzare la governance aziendale attraverso l’adozione di pratiche di buona gestione delle segnalazioni.
  • Riduzione del Rischio: Identificare e mitigare potenziali rischi legali e reputazionali associati alla gestione inadeguata delle segnalazioni.
  • Promozione dell’Etica Aziendale: Promuovere una cultura aziendale di integrità e trasparenza, incoraggiando i dipendenti a segnalare comportamenti illeciti o non etici.

Strumenti utilizzati

  • Software di Segnalazione: Strumenti per la gestione sicura delle segnalazioni, che garantiscono riservatezza e accessibilità.
  • Documentazione: Procedure e registri di gestione delle segnalazioni (Regolamento, informativa e valutazione d’impatto sulla protezione dei dati – DPIA).
  • Piattaforme di Formazione: Strumenti online e materiali didattici per la formazione e la sensibilizzazione dei dipendenti.
  • Dashboard di Monitoraggio: Strumenti per monitorare l’efficacia delle politiche di segnalazione e verificare la conformità.

Considerazioni finali

Il servizio proposto da 365TRUST di consulenza sull’applicazione del Decreto Legislativo 10 marzo 2023, n. 24 è essenziale per le organizzazioni ed enti pubblici che desiderano conformarsi alla normativa sul whistleblowing e promuovere un ambiente di lavoro etico e trasparente. Attraverso una consulenza mirata e l’implementazione di sistemi di segnalazione efficaci, le organizzazioni possono proteggere i diritti dei segnalanti, migliorare la loro governance e ridurre i rischi legali e reputazionali.

Medical Device Regulation – MDR Bilancio di sostenibilità – ESG Artificial Intelligence Act – AI Act Digital Services Act – DSA Digital Markets Act – DMA Disciplina del Whistleblowing Regolamento (UE) 2016/679 – GDPR Codice Privacy Registro Pubblico delle Opposizioni – RPO Codice del Consumo Direttiva (UE) sul commercio elettronico Registro Operatori Comunicazione – ROC Responsabilità amministrativa – MOG 231 Codice degli appalti pubblici Codice Amministrazione Digitale – CAD Normativa in materia di anticorruzione Accesso civico, pubblicità e trasparenza